Una dieta bilanciata per il tuo cavallo. Le basi. Parte 2

PARLA L'ESPERTO

PARLA L'ESPERTO

Una dieta bilanciata per il tuo cavallo
Le basi. Parte 2.

di Giuseppe Iardella

Il menù quotidiano di un cavallo deve includere una quarantina di nutrienti diversi: energia e proteine in quantità adeguata, 15 differenti minerali, 14 vitamine, grassi, acqua e almeno 4 aminoacidi essenziali (lisina, metionina, triptofano e treonina).

Le diete attuali, formulate specificatamente per i cavalli, forniscono la maggior parte di questi nutrienti in quantità opportuna.
Prima di calcolare i fabbisogni individuali puntuali è necessario raccogliere alcune informazioni essenziali: 

  • A che stadio della sua vita è il vostro cavallo?  È un puledro in accrescimento? Una fattrice in lattazione?
  • Che grado di attività svolge? È inattivo? Fa un lavoro leggero, medio o intenso? E’ un cavallo da endurance? Il suo carico di lavoro è costante, in aumento o in diminuzione?
  • Qual è la sua condizione? È magro o sovrappeso?
  • Ha esigenze nutrizionali specifiche legate al suo stato di salute?
  • Qual è il suo BCS e il suo peso reale?

Composizione della razione

Se avete costante disponibilità di fieno e/o pascolo di buona qualità e di un mangime complementare composto integrato non dovreste avere bisogno di ulteriori ingredienti nella razione del vostro cavallo. Generalmente, una corretta razione del cavallo dovrebbe essere composta al 50% di foraggi e il restante 50% di concentrati. Apparentemente semplice, ma è un concetto piuttosto complicato, che spiegherò di seguito.

 

 

 

Premettendo che la sostanza secca (SS) oscilla fra l’1,5% e il 3% del peso corporeo dell’animale (PC), il foraggio, in termini di sostanza secca, dovrà collocarsi tra il 0,75% e l’1,5% del peso dell’animale.
Tenendo conto che per un cavallo in lavoro la percentuale indicata di SS su PC è del 2,25%, potremo dedurre che un cavallo di 500 kg dovrebbe assumere giornalmente circa 6 kg di foraggio e circa 6 kg di concentrato.
Ma le proporzioni possono variare sensibilmente in base all’intensità del lavoro e al metabolismo dell’animale. Per esempio, un cavallo inattivo o un easy keeper possono vivere benissimo con solo foraggio di buona qualità, magari associato ad un bilanciatore proteico.

Nel somministrare il foraggio tradizionale, inoltre, è opportuno considerare la percentuale minima, ”fisiologica” di spreco del 10-15%.
Sì, ho scritto “minima”, perché di fatto il fieno può essere sovradosato con un buon margine di sicurezza anche fino al 50% in più rispetto la dose indicata. La stessa cosa non è consigliabile per il concentrato, che invece spesso viene incautamente sovradosato nel tentativo di compensare un fieno di scarsa qualità. Questo è un errore grave perché l’aumento della quota di concentrati (ricchi di amido) a scapito della fibra (cioè la cellulosa) può generare patologie anche molto serie come le coliche e la laminite.

 

Dr. Giuseppe Iardella

 

Equidiets S.r.l. è uno studio di consulenza veterinaria indipendente, che offre sulla base della ricerca corrente, informazioni, assistenza, analisi e servizi di sviluppo su nutrizione e salute equina.
Con base in Toscana, Equidiets fu fondata nel 2011 a seguire da approfondita ricerca sulla laminite del cavallo e del mercato italiaWeno.
Grazie ad un esaustivo modello di business [vedasi diagramma], Equidiets lavora con proprietari di cavalli, allevatori, centri ippici, enti pubblici, editori e media, produttori e distributori di alimenti per cavalli.
Equidiets offre l’app chiamata EquiDietometro© accessisibile da PC, smartphone e tablet IOS (Apple), che consente proprietari di cavalli e operatori di settore a analizzare, valutare e sviluppare diete personalizzate per cavalli specifici.
A seguire dalla sua partecipazione nel gruppo europeo European Horse Network a direzione svedese, Equidiets ha integrato il suo EquiDietometro© con il sistema, primo al mondo, di analisi genetica del cavallo, DNA Horse Sensor Control™, sviluppato dalla austriaca Novogenia GmbH.
Ad oggi, Equidiets ha collaborato con aziende importanti e assistito start-up innovative ad introdurre, progettare e migliorare i loro prodotti nutrizionali con nuovi formati, formulazioni avanzate, ingredienti particolari e approfondita attenzione di mercato. Equidiets ha premiato l’unicità delle proposizioni di queste terze parti con il riconoscimento di “Soluzione Accreditata”.Per maggiori informazioni contattare: info@equidiets.com

  
Ph. credits Pixabay